Our blog.
BREAKFAST IN BEIRUT

24

Apr

0

comm

Category

BREAKFAST IN BEIRUT .

Posted in:

In occasione della riapertura della Barchessa di Villa Giovannina, il Comune di Villorba e Artika Eventi organizzano la grande mostra sul Medio Oriente.
Un’occasione unica di confronto e dialogo per un percorso di comprensione al di là di stereotipi e pregiudizi.
IL MEDIO ORIENTE COME NON L’AVETE MAI VISTO

A cura di Daniel Buso e Enas Elkorashy

Ente promotore: Comune di Villorba
Organizzazione: Artika Eventi
Responsabile evento: Elena Zannoni
Assistente curatori: Walter Zuccolotto

Il titolo della mostra è tratto dall’opera omonima di Farrah ALHashem
L’immagine di copertina appartiene alla serie IDENTITY di Kiran Tasneem

CONCEPT
La questione medio orientale è oggi più che mai centrale nel dibattito internazionale, eppure la visione che i media spesso ci restituiscono di quei paesi è parziale e non garantisce una corretta interpretazione delle reali specificità culturali. BREAKFAST IN BEIRUT vuole essere una svolta! Un momento di scambio e di riflessione per provare a «immaginare» il Medio Oriente con gli occhi europei, ma al tempo stesso «reinventare» il Medio Oriente con le opere di artisti contemporanei nati nelle zone più calde del mondo. La mostra proporrà dunque una duplice immagine del Medio Oriente. Da un lato, la visione diretta proposta dai testimoni oculari (artisti che vivono la quotidianità di quell’area); dall’altro artisti occidentali che «immaginano» il Medio Oriente, offrendone un’interpretazione filtrata dalla propaganda mediatica e dalle mistificazioni che spesso compromettono una comprensione veritiera delle reali condizioni culturali ed artistiche dei paesi coinvolti.

IMMAGINIAMO IL MEDIO ORIENTE
La prima parte dell’esposizione è dedicata ad artisti europei, chiamati ad interpretare il Medio Oriente. La sezione mostrerà gli aspetti più problematici dell’attualità: tra terrorismo e luoghi comuni; ed ospiterà, al tempo stesso, lavori fuori dal tempo, capaci cioè di parlare di guerra, pace, sfruttamento e povertà, al di là dei limiti tematici dell’esposizione.

RE-INVENTIAMO IL MEDIO ORIENTE
La seconda parte ospiterà invece gli artisti che vivono il Medio Oriente, per scoprirne l’altra faccia. Vita sociale, cultura e tradizioni presentate in un grande inventario di immagini e sapori, suoni e odori. Questa seconda parte vedrà anche l’allestimento di una sezione didattica sulla situazione geo-politica ed una sezione descrittiva con ciò che possa far rivivere (anche solo per un istante) la magia mediorientale.

Post written byadmin

// Visit website